Campeggio selvaggio sull'isola di Canhabaque nelle isole ⛺ Bijagos

Canhabaque: 4 giorni, 3 notti in modalità Koh Lanta

L'avventura inizia ora! 
Canhabaque (pronunciato Caniabaque) una delle isole più tradizionali e meno sviluppate dell'arcipelago di Bijagos.Quest'isola è anche chiamata Roxa (pronunciato Rocha) dalla gente del posto.

Non è stato aperto ai turisti (e tanto meglio) come le altre isole, quindi non ci sono ristoranti, nessun hotel, nessun negozio. Non c'è nemmeno servizi igienici o doccia.
La leggenda narra che ci fossero cannibali sull'isola che tagliarono fuori quest'isola dal turismo, ma è una leggenda che sono come te e me. Nessun problema a questo livello!

Chiaramente, la bellezza dei paesaggi selvaggi vale la pena di fare una deviazione!Quest'isola è stata l'esperienza più memorabile di questo viaggio. 

Prepara bene il viaggio

  • Acquisto di generi alimentari : facile da trasportare. Abbiamo optato per pane (6 baguette), tonno in scatola (6 scatole), kiris, biscotti secchi (da offrire), riso (2 kg), brodi cubetti.Il tutto doveva essere 4000-5000 FCFA
  • Avere una zampa o zucca con filtro e meglio, ci sono pozzi in tutti i villaggi dell'isola ma non è consigliabile bere direttamente l'acqua. Impossibile acquistare sul posto. E trasportare acqua potrebbe sovraccaricarti. 

Come arrivare a Canhabaque?

Quest'isola è di difficile accesso perché è servita molto male!
La canoa pubblica che costa 1000 FCFA passa una volta alla settimana con partenza da Bubaque il martedì e ritorno il venerdì.
Sarà necessario confermare i giorni e gli orari con Georges –> vedere l'articolo principale Road trip Guinea Bissau in 10 giorni – Bijagos Islands 😍

In alternativa, è possibile prendere una canoa privata. Devi pagare per la benzina che all'epoca era di circa 60.000 FCFA o 90 €. Se siete diversi e pressati per il tempo questa può essere una buona soluzione.

Dove alloggiare a Canhabaque?

Come ti abbiamo detto nessun hotel, campo ecc. Sull'isola.
La cosa migliore è affittare tende con Georges per 5000 FCFA al giorno.

Per una posizione, le spiagge sono un buon posto anche se devi prestare attenzione alla marea che scende e sale fortemente.

Giorno 1: Arrivo a Canhabaque

La partenza è in base ai giorni e alle maree (vedi con georges come menzionato nell'articolo principale Road trip Guinea Bissau in 10 giorni – Isole Bijagos 😍 )
Dalla nostra parte, ci siamo imbarcati a Bubaque intorno alle 17:30 essendo sul posto un'ora buona prima.

In canoa, è una sfilata!
Avevamo diritto a 2 motociclette, galline, una quarantina di passeggeri che bevono il vino locale (le pias in mattoni), scatole infinite.

La canoa fa diverse fermate: Ancahno, Biaig (non sul nome) e Ndena

La traversata dura circa 2 ore!

Non avevamo una guida in quanto i sentieri sono segnalati Maps.me.
D'altra parte, Giorgio aveva un cugino (Agostino) che andò a Canhabachus. Così lo abbiamo seguito per dormire nel loro villaggio.

Arrivo a Canhabaque

Quindi ci fermiamo a Ndena.
Arriviamo verso le 19:30 e poi è l'inizio della passeggiata nella notte:

  • Dal porto a Ndena: 20/30 minuti
  • Ndena a Meneque (villaggio di Georges e Augustin) nel sud dell'isola: 1h30

Alcuni consigli sulla lingua meneque:
Monoi chero = helloMene
= ca va
Con questo intratterrai i tanti bambini dei villaggi per oreSul

posto, Augustin ci porta un materasso e dormiamo regalmente nella nostra tenda nel giardino di una casa nel villaggio.

Tuttavia, prima di andare a letto, siamo stati in grado di goderci una festa nella scuola nel centro del villaggio.

Festa nel villaggio di Meneque a Canhabaque – Isole Bijagos

Giorno 2: Attraversare l'isola fino ad Ancanho

Sono possibili diverse opzioni:

  • Vai a sud-ovest (sembra che sia bello). È possibile andarci attraversando tutta l'isola o passando quando la marea è bassa con una guida di scorciatoie.
  • Vai direttamente ad Ancanho e rilassati in spiaggia
  • Scopri il resto dell'est (meno consigliabile)

Così abbiamo scelto di stare al mattino a Meneque per goderci la spiaggia e per mangiare nel villaggio per 2000 FCFA ti cucinano un buon pollo brasato con il riso che avevamo portato.

Quindi, eravamo pronti per il nostro viaggio con Maps.me per percorrere l'isola da un capo all'altro.
Abbiamo dato centesimi (4000 FCFA) e cibo per il villaggio ad Augustin perché ci avevano accompagnato al suo villaggio natale.

Nota: in generale una guida è 6000-7000 / giorno se ne prendi una ufficialmente.

Sono le 14:30 e prima di partire per 20 km di cammino, abbiamo riempito i nostri 2 Lifestraw e una bottiglia di plastica vuota per riempire il Lifestraw. Puoi riempire l'acqua nei pozzi dei villaggi e a Ndena c'è un punto d'acqua con rubinetti è un'opportunità per riempire le scorte d'acqua!

In caso di dubbio, chiedi agli isolani il tuo itinerario pronunciando il nome della tua destinazione. Dopo, Maps.me ti aiuterà all'80% quindi per i percorsi non indicati, devi seguire i percorsi principali e trovare la tua strada con la mappa



Tuttavia, anche se la strada è bellissima, fa molto caldo eravamo ad aprile ed era di 30-35 gradi con il peso degli affari, del cibo e della tenda è abbastanza sportiva. Per fare il nostro itinerario, abbiamo bisogno di un minimo di condizione fisica e resilienza.

Il villaggio di Biné

Arriviamo stanchi a Biné, il villaggio prima di Ancanho.
L'esperienza è stata complicata!

Arriviamo in paese e vediamo un maiale che mangia una gallina viva… Il palcoscenico è pronto.
Poi un'orda di bambini e donne ci circonda per chiedere medicine, soldi, regali, vestiti.

Non avevamo nulla da dare ma soprattutto per una questione di principio evitiamo di dare il più possibile per preservare rapporti sani con i turisti. Altrimenti, la gente del posto vede i bianchi come portafogli e sarà aggressiva se non dai nulla o se dai 2000 FCFA e la persona prima dà 5000 FCFA.

È anche Georges che consiglia di dare le cose solo se vuoi o se vuoi condividere un pasto ecc. Non dobbiamo arrivare con grandi zoccoli da salvatore.

I figli malvagi di Biné

Bisogna stare attenti, i bambini possono diventare aggressivi perché eccitati alla vista dei turisti e arrabbiati se non danno centesimi o dolci a 40 bambini.
Se questo accade a te e diventano angoscianti, prendi un adulto che dice che i bambini ti "aggrediscono" se questo è il caso, ovviamente.

Da parte nostra questo è quello che è successo, hanno iniziato a lanciare conchiglie ecc. e gestire 40 bambini scatenati è molto difficile perché non vogliamo alzare troppo il tono.
Le donne del villaggio hanno urlato contro di loro su nostra richiesta e non ci hanno più seguito.

Arrivo ad Ancanho

Arriviamo esausti dalla nostra giornata di cammino.
Nel villaggio molto bello di Ancanho, un giovane del villaggio ci porta in spiaggia che è difficile trovare circa 15-20 minuti in più.

Gli diamo 300 FCFA perché si è preso il tempo di accompagnarci gentilmente.
La notte comincia a scendere. Saliamo sulla tenda sulla spiaggia non troppo sul bordo a causa della marea e passiamo una notte molto tranquilla

Giorno 3: Ancanho e la sua isola paradisiaca!

Ci alziamo tranquillamente sul nostro campo.

Obiettivo della giornata: godersi la spiaggia!
E ne abbiamo approfittato.

Con la marea che cade, molti banchi di sabbia con vari colori appaiono mentre vanno. Avevamo lasciato la tenda, la borsa e portato con noi un piccolo con i nostri effetti personali sensibili (telefono, portafoglio, passaporto)

Il meglio deve ancora venire

Per il resto del pomeriggio, abbiamo raccolto alcune conchiglie fresche e abbiamo chiesto al villaggio di Ancanho se potevamo cucinarle.

Il capo villaggio ci ha invitato a mangiare con lui e prendere l'acqua dal pozzo con il nostro LifeStraw (– > vedere nel video all'inizio).

E qui succede il meglio… un piatto di pasta arriva con la carne.
Per cortesia non rifiutiamo e mangiamo con esso nello stesso piatto.

Dopo qualche buona forchetta chiediamo cos'è la carne…
E noi eravamo lì, stavamo mangiando il famoso Djikindor (Ziguindor).

Il ratto selvatico così apprezzato dagli abitanti delle isole Bijagos…

Tanto per dirti che è stato piuttosto buono anche se abbiamo lasciato la maggior parte di esso al capo villaggio e al suo amico.
Poi abbiamo ringraziato tutti e abbiamo continuato a visitare il mare.

La notte con lo Ziguindor

La canoa del ritorno era prevista per venerdì mattina presto, quindi abbiamo trascorso una 2a notte sulla spiaggia di Ancanho.
E la notte era frenetica. Molti cacciatori di Ziguindor cacciano e dormono intorno alla spiaggia per vendere il giorno successivo lo Ziguindor su Bubaque.

Eravamo circondati da Ziguindor macellato, nella canoa del ritorno.
È stata un'esperienza indimenticabile che spero possiate vivere

La continuazione dell'avventura in Casamance in Senegal

Abbiamo trascorso un'ultima notte poi a Bubaque e il prezzo del traghetto per bissau.
Un'ultima notte a Bissau anche prima di prendere un mezzo pubblico per la stazione degli autobus verso Mpal e Ziguinchor.

Poi, abbiamo trascorso alcuni giorni in Casamance e soprattutto al Palmerais des Robinsons con la lontra gigante come cane da guardia.
Tutte le cose da fare in Casamance sono nei nostri articoli dal Road Trip Senegal – Casamance & Pays Bassari

Promemoria di alcuni suggerimenti

  • Budget: per 2 settimane abbiamo speso circa 500€ all inclusive a persona. A seconda delle vostre attività o degli alloggi che prenderete può arrivare fino a 1000 €. ce n'è per ogni budget.
  • Tempo: per godersi bene ci vogliono circa 10 giorni. Soprattutto perché per le isole Bijagos non ci sono partenze tutti i giorni e in Guinea-Bissau i viaggi sono molto lunghi.
  • Valuta: Per informazioni, 10 000 FCFA = 15€ // 600 FCFA = 1€. In Guinea Bissau vengono utilizzati franchi CFA, quindi sarai tranquillo se vieni dal Senegal! Altrimenti avrai molte banche a Bissau ma sull'arcipelago di Bijagos pochi modi per prelevare contanti. (una persona effettua trasferimenti di denaro su un conto nel Regno Unito, non abbiamo testato ma è meglio evitare credo).
  • Temperatura: FA CALDO ma è sostenibile ricordarsi di comprare acqua e portare Lifestraw se possibile per risolvere i problemi.
  • Wifi / Infrastruttura: il paese ha infrastrutture scadenti in generale, il wifi non è il migliore e non è disponibile ovunque. Per averne alcuni (Bissau: Ristorante Kalliste, Bubaque: Mango Lodge). Per Internet, ti consigliamo di prendere una carta a Bissau –> tra 500 FCFA e 1000 FCFA per i primi prezzi per ricevere almeno le chiamate.
  • Nella mia valigia ho … : Repellente per zanzare, un "sacchetto di carne" Decathlon, roba estiva, berretto per occhiali, crema solare, una lampada frontale, una zappa di salvataggio

Se ti è piaciuto o hai altri consigli da condividere sentiti libero di commentare l'articolo o unirti alla pagina facebook o seguirci su Instagram @jeanmichelvoyage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.